Sono passati i tempi in cui la si considerava un’ineluttabile scotto da pagare all’età che avanza. La cataratta, quel velo davanti agli occhi che ipoteca pesantemente la qualità di vita degli ultrasettantenni, oggi si cura, con tecniche chirurgiche sempre più efficaci e ben tollerate. Nel corso degli anni il cristallino diventa opaco. Ne consegue che l’invecchiamento è la principale causa della cataratta, anche se essa può dipendere da altre cause, come quelle genetiche, traumatiche, da malattie degli occhi o sistemiche (ad esempio il diabete), oppure per il consumo di alcuni farmaci come il cortisone.

In alcuni casi la cataratta può essere congenita, cioè presente dalla nascita. L’operazione viene eseguita sui pazienti che riferiscono un tale offuscamento della visione a causa dell’opacità del cristallino da non poter più svolgere normalmente le attività di ogni giorno. Ci sono anche alcuni casi in cui si effettuano operazioni negli stadi iniziali sui pazienti che soffrono di miopia o presbiopia.

La rinascita dopo l’operazione

Ma in questo caso la correzione laser della diottria e la correzione laser della diottria con l’impianto di una lente non sarebbero adeguate a causa dell’evoluzione rapida della cataratta che richiederebbe in futuro un’altra operazione del cristallino naturale. Non stupisce che all’indomani dell’intervento di cataratta molti pazienti si definiscano “rinati”. Ciò che prima era confuso e sfocato diventa all’improvviso chiaro e nitido. Diminuisce così il rischio di complicanze, come le infezioni, e il tessuto oculare risente meno del trauma.

Un intervento delicato da non sottovalutare

Rispetto all’intervento tradizionale «i cui risultati erano comunque ottimi», la strumentazione sofisticata del laser consente una precisione senza confronto: il bisturi a luce incide la cornea in soli 45 secondi, con oltre un milione di impulsi laser di circa 2-3 millesimi di millimetro. Nonostante i buoni risultati, quello di cataratta rimane un intervento chirurgico e come tale non va banalizzato. Le complicanze della chirurgia della cataratta più comuni possono essere l’ipertono oculare, le infezioni superficiali ed il distacco di retina.