Le mani sono una parte del corpo particolarmente esposta. Vengono usate per fare le pulizie, lavare i piatti e compiere altri lavori che potrebbero mettere a rischi la tenuta delle unghie in gel, soprattutto quando entrano a contatto con particolari prodotti chimici. La ricostruzione unghie è una tecnica particolare che consiste nella “copertura” dell’unghia naturale che in questo modo viene “ricostruita”. Non ha solo una funzione estetica, ma consente anche di aiutare le persone che soffrono di onicofagia e correggere il letto ungueale. Con il passare degli anni le tecniche sono sempre più migliorate e tante persone si sono avvicinate alla ricostruzione delle unghie per avere mani più curate e non dover cambiare smalto ogni 2-3 giorni.

Oltre all’ esigenza estetica la ricostruzione unghie napoli viene eseguita anche in casi di onicofagia, e quasi sempre è risolutiva del problema. Si allunga l’unghia naturale con delle tips (unghie finte con scalino) o con le cartine apposite, creando prima il cosiddetto ” ponte” ( si applica il gel sia sull’unghia che sulla pelle in fase preliminare). Il gel che può essere monofasico o trifasico, si presenta in forma fluida o liquida  viene applicato sull’unghia e dopo va messo in un’apposita lampada uv che polimerizza e quindi indurisce il gel.

La ricostruzione unghie  può essere effettuata in gel o in acrilico, con tip o in scultura libera con le cartine. Esistono poi la riparazione in seta, la copertura dell’unghia naturale, il refill o ritocco, la manicure estetica, la decorazione o nail art. La ricostruzione unghie con le cartine viene consigliata soprattutto per migliorare la forma di alcune unghie oppure per sistemare gli angoli sbeccati. La punta d’unghia viene plasmata a mano dall’esperto utilizzando il gel e grazie all’aiuto di una carta monouso. La zona viene trattata con il gel, poi viene posizionata la cartina al di sotto del margine libero, in questo modo sarà possibile realizzare una parte di unghia unicamente con il prodotto.